L’ascensore dell’amore

"Appena disceso dalla scimmia, l’uomo pentendosene non ebbe che una sola idea in testa: fare l’amore in ascensore." (Eric Chevillard)

 

Va su e giù. Come l’umore, come l’ardore, come la mano del cuore.
L’ascensore è la camera dei sogni, il luogo tentatore che si accende a tutte le ore. 

Lo aspetti in preludio di piacere. Lo prendi e ti godi il viaggio.

Dicono che sia l’effetto sorpresa, il gusto del proibito, lo spirito di avventura. Dicono sia un pensiero indecente, in realtà è soltanto un’idea vincente.

È facile, come le storie che hanno le voglie fuori binario. Premi lo stop come se fosse il ciak e la scena viene a meraviglia. Mica hai paura che non sia buona la prima, te la giochi senza freni, senza trucchi, senza copione. 

L’ascensore è l’intimità di un segreto in calore. Brucia di sguardi e di urgenze, pulsa di movimenti istintivi. Tra i brividi e i sospiri, l’ascensore è il monello spettatore di ogni incontro, il generoso padrone di casa che ti consegna le chiavi e la libertà.

Bello da scoprire, bello da vivere, un frammento di umanità che se ne fotte delle regole, che osa spogliarsi della vergogna, che rende amanti i perfetti sconosciuti.

L’ascensore è galante, come un signore. Galeotto come la più torbida atmosfera ma elegante nella sua sobria bontà. Un mago della gentilezza, uno stregone dei sensi: adorabile, come tutti i posti prodighi di emozioni; misterioso, come tutti i giochi che eccitano l’immaginazione. 

È il mio compagno ideale, l’ascensore che diventa alcova improvvisata, fremito che scompiglia abiti e capelli, impulso che regala attimi di felicità. Una seconda pelle che mi sta addosso come un costume bagnato.


 

Nel buio della notte, sola in casa, nelle mie fantasie si infilano i passi sulle scale o il sibilo dell’ascensore che sale e scende. E capita sempre che io non resista al richiamo. Così dolce, così sensuale, così avvolgente…

 

Serena Key Top Escort Experience
 

 
==========================================
Data della richiesta: 30/05/2022 16:50:26
Titolo: L'ascensore dell'amore
Commento:
Qualche viaggio insieme su e giù nell'ascensore e la personalità viene fuori meglio che sul lettino di Freud. DINO BASIL
==========================================
Data della richiesta: 30/05/2022 18:27:14
Titolo: L'ascensore dell'amore
Commento:
L'ascensore è un po' come la vita, si sale e si scende, alti e bassi, fermate e ripartenze. Poi ci sono le sorprese, ti fermi ad un piano e trovi qualcosa di inaspettato, intrigante, indimenticabile, bello o brutto. Nel mio caso l'ascensore è servito x ripartire, rimettermi in gioco, e dopo essere salito ho trovato te dietro una porta. Da lì sono incominciate le mie montagne russe con te, Donna, bambina, a volte severa altre dolce, amica o amante, fai tu. Spero ancora di salire quell'ascensore x arrivare all'ultimo piano x perdermi nei tuoi occhi. Ps. La foto è meravigliosa, come sempre. Francesco
==========================================
Data della richiesta: 30/05/2022 23:46:15
Titolo: L'ascensore dell'amore
Commento:
Sono un pigro, eppure in certe circostanze salgo rampe e rampe di scale a due gradini alla volta. Mi inerpico fosse anche l'ultimo piano. Mi fa arrivare all'uscio con il cuore in gola. Mi aiuta ad assaporare l'adrenalina che si propaga nelle vene. Mi eleva alla sublimazione del piacere. Il mio ciak lo detta il rumore delle nocche leggere sulla porta, che sia essa chiusa o dischiusa. (Il Fesseggiato)
==========================================
Data della richiesta: 31/05/2022 09:26:05
Titolo: L'ascensore dell'amore
Commento:
Marco, Bologna 9/5/2022
 Ciao, non so bene neanche io perchè ti sto scrivendo e magari farò pure una figuraccia. Stamattina ero a Bologna e ho visto una donna meravigliosa e sexy che avevo già incrociato venerdì nel tardo pomeriggio. Sempre in zona via d'Azeglio. Capelli corti con un tono di rosa, fisico pazzesco, abbigliamento che ne sottolinea il corpo perfetto (venerdì in shorts), sensualità al massimo davvero travolgente. Ho pensato di averla già vista e mi è venuto in mente un articolo che avevo letto su di te anni fa. c'è stato un collegamento improvviso. Allora ti ho cercata e sono qui a scriverti. Magari facendo una figuraccia perchè quella donna non eri tu. Anche se fossi tu non saprei neanche come comportarmi perchè sono sincero: sono fidanzato e non ho mai fatto incontri con escort. Però vorrei almeno capire se il collegamento con te sia stato corretto...poi chissà! Ammetto che le fantasia su di te in questo momento galoppano. Scusami per il tempo che ti ho fatto perdere, forse è il messaggio più strano che tu abbia mai ricevuto. 
==========================================
Data della richiesta: 03/06/2022 02:31:46
Titolo: L’ascensore dell’amore
Commento:
L'estate è ormai alle porte, l'aria sembra anche meno pesante. E come per magia, c'è più voglia di vivere, di fare, di osare, di fantasticare. E soprattutto di realizzare. Uscire fuori dagli schemi, assecondare gli istinti, mandare a quel paese regole e inutili freni inibitori. Essere più leggeri, come i vestiti che ormai indossiamo. C'è voglia di farsi scompigliare i capelli e di farsi stropicciare gli abiti da mani birichine. Ed ogni scusa, ogni posto è buono per far scattare la scintilla. Ed ora che avanza quest'altra calda notte, la mia fantasia si popola di scantinati, di sottoscala, di trombe delle scale, di terrazze e di ascensori. Dopo aver varcato l'ingresso del palazzo del desiderio, chiamo l'ascensore dell'amore, sperando di incontrare nel tragitto la giusta compagnia. Magari Te... Però quasi quasi mi faccio le scale, per stuzzicare ed allenare, se mai ce ne fosse bisogno, il desiderio. Amaranto
==========================================
 

contatti