S A N T A . F R I G I D A I R E

ANTEPRIMA DEL FUMETTO EROTIRONICO

- L’ironia è l’erezione della mente -

SANTA FRIGIDAIRE. AUTOBIOGRAFIA A FUMETTO D'AUTORE


"Mai tornare indietro, neanche per prendere la rincorsa."
 Andrea Pazienza, PAZ, da Le straordinarie avventure di Pentothal




 10/10/2020
Santa Figidaire, Backstage

 
Nessuno sapeva dire cosa avesse di bello, Santa Frigidaire. Tutti però la trovavano irrimediabilmente sexy. 

Curiosa come un gatto e snodata come Olivia, su un polpaccio pesante che già raccontava che viveva di dettagli storti. La pelle profumava come quella dei bambini e era zeppa, zeppa di lentiggini.

Andava dove la portava il naso franando sul caso. Il fiuto la tradiva insomma come un fedifrago impenitente. Le importava? Non molto. Viveva nelle sue fantasie, aveva il suo Stregatto e le bastava.

Da ragazzina giurava d’aver visto la tonaca nera in sacrestia con il pisello in mano e per precoce illuminazione già aveva capito che si trattava di masturbazione. 

Si era chiesta per giorni, mesi, o forse anni, se la mano che dispensava la comunione fosse stata lavata, dopo le operazioni di sacrestia. 

L’incontro ravvicinato con un pisello era però avvenuto dopo, in un romanticissimo bagno pubblico nel quale un signore incravattato aveva pensato bene di farle assaporare il piacere. Gusto ne aveva proprio avuto, Santa Frigidaire, per quanto nel bagno pubblico si fosse in verità infilata inseguendo un aitante e selvaggio capellone. 

Doveva essere la prima delle conferme che la realtà non coincideva con i suoi sogni. L’aveva seguito a zonzo per la città per un’ora, si era surriscaldata all’idea di sorprenderlo nel luogo di intimo sollazzo e invece si era ritrovata in bocca l’arnese sbagliato. Pazienza.

Aveva parecchio intuito, Santa Frigidaire. Così tanto che le era stato facile capire che di uno o dell’altro, il pisello è un’appendice sul quale le donne hanno parecchia influenza.  


Stranamente, per una volta, la vita le aveva dato ragione. Lo faceva rizzare senza fatica. Le importava? Non molto. Però ci lavorava su con il pensiero. Quella era la sua arte: farsi domande. Anche sul vicino di casa, quello che se le trombava tutte e risparmiava lei perché professava le regole di corretto vicinato. Che assurdità, nel suo mondo era un’idea bizzarra.

Comunque lo spiava. Sì, spiava il vicino di casa quando riceveva l’amante di turno, quando si faceva la doccia nudo, quando la finestra del ballatoio aperta sullo specchio glielo restituiva durante le cavalcate a letto. Ma quei glutei tosti se li faceva in palestra o glieli regalava tutta quella attività sessuale?

Del resto anche lei li aveva belli sodi, asciutta com’era. E li portava senza costrizioni. Mica indossava le mutandine. Come le suore? Chissà se era un’idea bislacca. Eppure si era convinta che le suore non le portassero, che avessero la gonna lunga comoda per tutto. Non dovevano curarsi di niente. Non dovevano perdere tempo a tirarle giù quando il desiderio bussava.

Aveva un ricordo buono, buonissimo. Di suor Rita, una figa stratosferica.
Si era chiesta mille volte come se la spassasse, con o senza mutandine.
Non voleva essere blasfema e irriverente, niente affatto. Santa Frigidaire era imbevuta di purezza. Non le passava mai per la testa di essere maliziosa e maligna. E soprattutto non giudicava. Mai. Osservava e rifletteva, il più delle volte a voce alta. In libertà, come il suo spirito.




"La filosofia è la vera patria dell’ironia, che potrebbe venir definita bellezza logica…È la più libera di tutte le licenze perché attraverso essa ci mettiamo al di sopra di noi medesimi; e nello stesso tempo la più legittima…L’ironia è la chiara coscienza dell’agilità eterna, del caos infinitamente pieno"
(Karl Wilhelm Friedrich Schlegel)

 




==========================================
Data della richiesta: 18/10/2020 14:01:50
Titolo: S A N T A . F R I G I D A I R E
Commento:
Ciao cara Serena, che bella questa tua iniziativa non ho dubbi ci sai fare in tutto per tutto, sei intelligente e fantasiosa ma soprattutto molto sensuale a scrivere le cose, non ti nascondo che mi sono eccitato al solo leggere.... A presto spero Davide ??
==========================================
Data della richiesta: 18/10/2020 16:49:37
Titolo: S A N T A . F R I G I D A I R E
Commento:
Una storia fuori dal comune, retorica e soprattutto sensuale dove l'immaginazione incontra il desiderio ...
==========================================
Data della richiesta: 18/10/2020 23:07:34
Titolo: S A N T A . F R I G I D A I R E
Commento:
C'è un'ora in cui il sole allenta la morsa, il sale diventa più gentile sulla pelle, il respiro delle cose è meno avido di vita. In quell'ora si fanno le scoperte migliori. Io per esempio in quest'ora scopro sempre di più che la felicità non è una condizione di pienezza, ma di desiderio. Il desiderio di leggere il tuo fumetto e aggiungere Santa Frigidaire alla lunga lista di eroine disegnate che sul mio pisello hanno avuto molta influenza. Il desiderio di godere della sua arte: abitare insieme il territorio delle domande. Il desiderio di condividere ironia ed erezioni, vino e letteratura disegnata. Con impazienza, perché la pazienza ha un limite. Solo Pazienza no!
==========================================
Data della richiesta: 26/10/2020 01:24:37
Titolo: S A N T A . F R I G I D A I R E
Commento:
Quante verità pulsano in questa sagace e a tratti pungente ironia! Uno spirito libero e puro, curioso e multiforme, avido di conoscere, di capire e di sperimentare questa Santa Frigidaire!!! Mi ricorda tanto qualcuno... "il pisello è un'appendice sul quale le donne hanno parecchia influenza." Ahinoi, questa è una condizione immutabile per noi maschietti... Amaranto
==========================================

contatti